Homepage > Info > Curiosità

Curiosità

Un po' di storia e altre curiosità

È incredibile la forza che ha esercitato nella percezione della gente, l'immagine poetica e romantica che dà dello spazzacamino il noto film Mary Poppins, con il personaggio di Bert, allegro e felice che pensieri non ha, saggio consigliere che vive tra la terra e il cielo e i cui baci portano fortuna. Versione romanzata della vita tipica del mondo disneyano.

Completamente diversa è la descrizione antiromantica che nel suo romanzo sociale, Oliver Twist ci offre lo scrittore inglese dell'ottocento Charles Dickens, dove lo spazzacamino Gamfield, viene descritto come crudele sfruttatore di bambini, senza pietà.

Le rare testimonianze storiche che riguardano gli spazzacamini italiani ad esempio, descrivono questa attività in espansione verso la fine del 1700. Era un lavoro prevalentemente a carattere stagionale e migratorio, la cui manodopera proveniva spesso dalle valli del nord: Val Vigezzo, Valsugana, Val di Non.

I maestri spazzacamini alla fine della primavera, giravano di casa in casa reclutando garzoni tra i 9 e i 15 anni. La loro preferenza andava ai ragazzi agili e snelli. Il contratto veniva fatto a voce con il capo famiglia e consisteva in una somma di denaro da consegnare alla fine della stagione.

Curiosità - Immagine 1

Generalmente dormivano in case private o fienili, mangiavano cibi economici e nutrienti. Vivevano in situazioni igieniche e sanitarie assai precarie e potevano far affidamento solo su se stessi. Gli adulti spazzavano i camini più stretti stando sul tetto, con una corda legata ad un fastello di rami ed un peso. I ragazzi invece, si puntellavano con le ginocchia ed i gomiti e man mano che risalivano la canna fumaria, raschiavano la fuliggine fino ad arrivare alla cima, da dove sporgevano una mano per segnare che avevano terminato il lavoro.

Purtroppo non erano rari gli episodi in cui padroni senza scrupoli, oltre a sequestrare la mancia dei ragazzi li spingevano a chiedere l'elemosina o a rubare cose di poco valore. Alcuni arrivavano addirittura a rivenderli e di diversi bambini non si ebbe più notizia.

È certamente vero però, che soprattutto nei paesi del nord lo spazzacamino è un simbolo di fortuna. Ciò è dovuto probabilmente al fatto, che nei paesi dove la maggior parte delle costruzioni erano di legno, l'evento di un incendio di un camino poteva facilmente trasmettersi ad altre abitazioni e addirittura ad interi quartieri. L'azione di prevenzione degli incendi delle canne fumarie da parte degli spazzacamini, era quindi molto importante.

Curiosità - Immagine 2